Braulin Sauvignon

Braulin Sauvignon

Il Braulin è un folletto simpaticone che abita nei villaggi della montagna carnica. Piccolo, scuro, scattante, vivacissimo, presente ovunque, ha il suo passatempo preferito nell’aggrovigliare le corde con cui si legano i fasci di fieno. Ma non solo quello, anche corde e cordicelle in genere, lacci di scarpe, capelli e fili di rammendo. In genere non si accanisce su coloro che accettano con filosofia l’inconveniente. Non è pericoloso, è soltanto terribilmente dispettoso.

Nome del vino: BRAULIN Sauvignon – Denominazione Origine Controllata – Friuli Colli Orientali.
Vitigno: Dieci biotipi e cloni di antichi vitigni recuperati nelle colline circostanti.
Età viti: 6 anni
Territorio: Vigneti terrazzati su terreni marnosi con buona presenza di arenaria, esposti a sud-est, altitudine 100/150 mt s.l.m.
Sistema di allevamento: Guyot classico monolaterale 4-5 germogli produttivi per ceppo.
Produzione: 35-40 ql/ha.
Vendemmia: Uva raccolta a mano in cassetta nelle 1° e 2° decade di settembre, con successivo controllo su banco di cernita vibrante.
Vinificazione: Le uve raccolte nelle primissime ore della mattinata, dopo la pigiadiraspatura vengono poste per 2-3 ore a macerare a bassa temperatura a 5-6° prima di essere pressate in maniera soffice. In seguito, dopo una notte, il mosto viene travasato e avviato alla fermentazione a temperatura controllata con lieviti selezionati. Dopo il travaso di fine fermentazione il vino rimane 9 mesi in vasche di cemento accompagnato da frequenti battonage fino al suo imbottigliamento.
Affinamento: Il vino imbottigliato viene lasciato riposare per 6 -9 mesi prima di essere commercializzato.
Colore: Giallo oro scarico con riflessi verdi
Temperatura di servizio: 11-12° C

Sfoglia il catalogo                       Download PDF:   Scheda        Catalogo

 

Per info e ordini: info@lisfadis.com